RIORGANIZZAZIONE URBANISTICA DELL’AREA MILANO IDROSCALO

Clicca sulle immagini per vederle ingrandite.
Creazione di un tessuto unitario, utilizzando come regola base l’andamento del quartiere Forlanini, laddove sono presenti delle zone dismesse.


Con la progettazione di nuovi spazi dedicati al commercio e al divertimento lungo via Salomone, e la creazione di nuove fermate della linea 27 del tram che permettono anche di andare oltre alla tangenziale, si è pensato di dare maggiore continuità con il tessuto ortogonale a maggiore densità della zona est di Milano.

La possibilità di connessione tra i vari verdi è stata resa possibile grazie all’uso di ponti, come quello che scavalca viale Forlanini, e sottopassaggi come quelli della stazione Forlanini FS e quello dell’aeroporto. Il vertice delle 3 direttrici lungo le quali si sviluppa il progetto, Rivoltana-Forlanini-Via Mecenate, è la chiesa dei SS. MM. Nereo e Achilleo posta in prossimità della fine di viale Argonne.




La cortina edilizia della Rivoltana ha un doppio fronte: uno più "severo" visibile da chi esce dalla città così da non farlo sentire in "periferia", un altro più libero e aperto verso l’Idroscalo pensato per avere un impatto più graduale a nei confronti di chi entra in città. Il progetto del Nuovo Parco Forlanini mostra la complessità degli spazi e la necessità di dare ai milanesi una successione di episodi che comincia già con il parco lineare di viale Argonne per poi aprirsi verso l’Idroscalo e comprenderne i suoi spazi verdi.




Clicca sulle immagini per vederle ingrandite.